DICONO DI ME

Section Title Separator

Hai presente il Diario cartaceo che trovi negli alberghi o nei ristoranti per lasciare una dedica?

ecco, questa vuol essere la mia versione virtuale di quel Diario delle Dediche e mi farebbe molto piacere se anche tu volessi farne parte ^_^ sopratutto in questo periodo storico, dove siamo tutti lontani ma vorremo essere tutti vicini

sono una eterna romantica e leggere una dedica, anche a distanza di tempo, mi rende il tempo sempre eterno

Lady Sara
#stayrockdarling

Uno dei compleanni più belli

5,0 rating
20 Settembre 2020
Recensione su Dicono di me

… a distanza di un mese dal nostro appuntamento riesco a dire “solo” GRAZIE per aver reso possibile tutto questo. La cura e l’attenzione che mi hai regalato in ogni minimo dettaglio nel giorno del mio 30esimo compleanno resteranno sempre nel mio cuore e, FINALMENTE, sulla mia pelle! Sei super, e non vedo l’ora di tornare. 😍

Emma

la scintilla

5,0 rating
12 Luglio 2020
Recensione su Dicono di me

Sono al secondo tatuaggio fatto con te ed ogni volta mi sorprendi per la tua capacità di ascolto, umanità e nel dare vita al mio sentire mettendolo inchiostro su pelle.
Ci sono tantissimi tatuatori ma in pochi hanno la scintilla e tu quella ce l’hai.
Tu sai creare dalle parole meraviglie su pelle e questa è cosa rara.
Grazie!

Jessica

Capolavori sulla pelle

5,0 rating
21 Giugno 2020
Recensione su Dicono di me

Ho sempre guardato i tuoi capolavori con ammirazione e col desiderio di averne uno sulla mia pelle…. ieri ho realizzato questo desiderio. Grazie di cuore💗

Cristina

.....niente che abbia un cuore

5,0 rating
9 Giugno 2020
Recensione su Dicono di me

Ciao Sara, finalmente si è chiuso un cerchio. Finalmente ho completato il mio tanto desiderato tattoo. Finalmente hai completato il mio progetto, che hai assecondato come se appartenesse a te stessa, come se lo avessi aver dovuto tatuare sulla tua pelle.
È bastato aspettare il momento giusto, ed insieme, abbiamo scritto una parte importante della mia vita, di cui ne vado fiero, di cui ora più che mai sono orgoglioso di poterlo comunicare.
Ora ce l ho sotto gli occhi in ogni attimo, in ogni momento, entusiasta di presentarlo a chiunque.
Ciò che mi hai “dipinto”, non è un semplice tattoo: ogni elemento mi sembra vivo, lo vedo venir fuori dalla mia pelle, tanto è vera l ‘immagine rappresentata, e’ un opera d ‘arte, che meriterebbe di trovar posto , in un angolino del Louvre.
Complimenti ‘ragazza mia’: hai talento !
Ne hai da vendere, in tutte le cose che fai: al primo approccio, ad esplicare il progetto assecondando il cliente fino alla tua mano magica che materializza i nostri sogni..

Ario

Non è solo un tatuaggio....

5,0 rating
6 Giugno 2020
Recensione su Dicono di me

Sara è una tatuatrice di storie, storie vissute, “vere” o “fantasticate”. Perchè poi le nostre storie, ogni volta che le raccontiamo prendono nuovi significati, arrivando inediti ricordi e diverse emozioni. Soprattutto se dall’altra parte c’è una persona ad ascoltarti interessata e curiosa, che sorride, domanda, pensa, dice di sè… così la nostra storia è viva, come lo siamo noi. Perciò quando ti metti a raccontare la tua storia a Sara ti rendi conto che stai facendo qualcosa di vitale e generativo, perchè Sara ha questo dono. Mentre ti parlavo Sara, una parte di me pensava a come avresti fatto a tradurre questa vitalità in un tatuaggio. Beh ma non è solo il tatuaggio! E’ tutto il percorso che si fa con te che trasuda di vitalità e freschezza. Per esempio sei una professionista seria, mi hai aiutato a comprendere la simbologia di alcuni possibili segni (e cosi intanto io pensavo), mi facevi vedere le possibili combinazioni degli stessi sul mio braccio, poi ogni tanto si beveva un Te e si mangiava un piatto vegano, si faceva la pipì. Nel frattempo la vita sensoriale scorreva e i disegni prendevano forma nella nostra testa. Per non parlare del momento del tatuare: anche lì si coglie sempre una tensione forte tra il progettare e la libertà espressiva del momento, una “leggerezza” che ti fa sentire libero (infatti solo durante il corso del tatuaggio abbiamo deciso che una scritta sarebbe diventata rossa, piuttosto che nera!). Alla fine della giornata, a mio parere, non ci si porta a casa un semplice tatuaggio, ma un incontro generativo di vita! un progetto che diventa forma, passando per emozioni e pensieri condivisi. Cara Sara, purtroppo non ci siamo potuti abbracciare alla fine a causa di sto ca..o di covid che ancora un po’ ci spaventa (ma ancora per poco, dai), ma un giorno verrò li ad abbracciarti, di sicuro. Sono molto felice di averti scelto e sono molto orgoglioso del mio nuovo (e primo!) tatuaggio sul mio braccio e sulla mia spalla. Un abbraccio.

Verter

Lascia i tuoi commenti