: TATUARE ECO SOSTENIBILE : si può, si deve

oggi vi racconterò la storia di come sono diventata una tatuatrice eco-friendly
e cosa significa

vi racconterò perchè è una bella cosa anche per voi e non solo per la mia depressione

 

ormai perennemente, ciclicamente, mi sale la “depressione da mondo”

non sopporto la piega che ha preso il mondo e dove sta andando
non sopporto la violenza e non sopporto lo sfruttamento delle risorse, che siano esse animali, persone o natura

praticamente vado in depressione perché il mondo fa schifo

sono anche andata dalla psicologa per questo
e lei giustamente cercava di farmi capire che dovrei concentrarmi su problemi più piccoli del mondo intero, su problemi che mi siano vicini e su cui potrei agire, che potrei in qualche modo provare a risolvere…

a cercare di salvare il mondo non ce l’ha fatta neanche Bambin Gesù, figurati io

per stare meglio basterebbe essere delle belle persone e cercare di coltivare il proprio giardino di cavoli propri

quindi ho iniziato a fare yoga e concentrarmi su di me e a liberare la mente

cosa è successo poi?
che mi sono trasferita sul cocuzzolo di una collina dispersa nel nulla della Romagna, dove neanche Google Maps arriva

. così il mondo non lo vedo .

Lo prendo a piccole dosi ben diluite, a pillole sparse
scelgo io chi può entrare in questo angolo sperduto
e cerco di impostare la mia vita sempre di più verso una strada green

quindi eco-friendly
bio sostenibile
a basso impatto ambientale
cruelty free
etc etc etc

e sapete, il lavoro fa parte integrante della mia vita
ne è la parte più grande, a dire il vero 
e quindi ovviamente ed inevitabilmente, ho cambiato e sto cambiando la mia vita seguendo una strada green

 

03

cosa significa essere una tatuatrice eco-friendly?
la questione è semplice:

è poco, ma non è niente

 

è poco quello che una persona sola può fare per migliorare il mondo
è poco, ma non è niente
e se tutti facessimo poco, il risultato sarebbe tantissimo

 

ma Sara?  esattamente che cavolo vuol dire eco-sostenibile?
e architettura bio sostenibile?
e a basso impatto ambientale?
e cruelty free?

detto in quattro parole:
eco-friendly è una visione circolare della vita in genere – e quindi nello specifico anche del lavoro

“ah ecco, infatti, ora è tutto chiaro Sara…”

“circolare” vuol dire che nulla si crea e nulla si distrugge 
e tutto ciò di cui abbiamo bisogno nasce della natura e dopo il nostro utilizzo deve poter tornare alla natura

anche un lombrico produce scarti che sono utili al mondo, il fertilizzante della terra
anche gli alberi producono scarti che sono utili al mondo, l’ossigeno
anche i pesci si cibano dell’inquinamento del mare e producono scarti utili al mondo, pulendo l’acqua


tutto in natura si ciba di qualcosa che è lo scarto di qualcos’altro e produce uno scarto che è il nutrimento di qualcun’altro

. noi umani no .

 

noi umani siamo deleteri
sfruttiamo qualunque tipo di risorsa e produciamo rifiuti che nessuno utilizza, anzi rimangono li a pesare sul mondo
fino a che non sarà un peso troppo grosso

essere eco-friendly vuol dire cercare di sfruttare con più consapevolezza le risorse che abbiamo a disposizione,
utilizzare risorse che sono naturalmente disponibili
sprecare il meno possibile di queste risorse
e produrre meno rifiuti possibili

e cosa vuol dire tatuare eco-friendly?

vuol dire applicare questi principi al mondo lavorativo dei tatuaggi ^_^ 


“semplicemente, Sara, giusto… perche non ci avevo pensato?!?!”

ma vediamo cosa ho pensato di fare io per lavorare cercando di essere eco-friendly….

z13

per prima cosa:

ho creato il mio studio di tatuaggi all’interno di una struttura bio-sostenibile

 

“Sara, sempre con ste affermazioni del cavolo…”

una struttura di bio edilizia è costruita sfruttando a proprio favore la sua collocazione nell’ambiente, sfruttando in maniera intelligente la conformazione dell’ambiente e il giro del sole, per sprecare meno energie e sfruttare quelle naturali

[ un esempio stupido? progettare le camere da letto nella parte nord dell’edificio che devono rimanere piu fresche e buie e sistemare nella zona sud la sala e la cucina che sono gli ambienti piu vissuti di giorno, quindi quelli da scaldare e illuminare maggiormente ]

 

una struttura di bio edilizia è costruita solo con materiali riciclati e riciclabili, naturali e biodegradabili, ed è quindi una struttura sostenibile dalla natura, non un peso

il mio studio di tatuaggi è costruito di mattoni e paglia, legno e biocalce
no PVC, no cemento armato, no prodotti artificialmente creati dall’uomo

già queste due cose rendono l’esperienza di vita dell’uomo più in sintonia con l’ambiente, che in parole povere vuol dire >>>  STAY RELAX, baby

per sfruttare meglio le risorse e avere il più basso impatto ambientale possibile, il riscaldamento dei locali è prevalentemente collegato al camino e alla legna del nostro bosco e in aggiunta si appoggia ad un impianto di riscaldamento a pavimento il cui liquido è riscaldato da pannelli solari, come anche l’acqua della doccia e dei lavandini

e c’è anche un sistema di cisterne per il riciclo delle acque piovane

anche gli arredi sono il più possibile di materiali naturali e/o riciclati
(e in effetti molti mobili sono riciclati dalle case delle mie nonne ahahahahah)

 

10


. tatuare in una struttura in bio edilizia è già un traguardo enorme .

“il piede si sente piede solo quando tocca il terreno”  diceva Buddha

eco sostenibile è quando l’essere umano è più in sintonia con la natura e quando queste strutture saranno abbandonate verranno piano piano riassorbite dalla terra in maniera naturale e saranno una risorsa per la terra

. il cemento armato non lo è .
non è affine all’essere umano e nemmeno alla terra

 

ma si può vivere o lavorare eco-friendly anche se non si vive o lavora in una struttura di bio edilizia

 

il concetto è sempre quello:
è poco, ma non è niente
o come diceva la mia nonna:
piutost che gnita, l’è mei piutost
che tradotto dal Romagnolo all’italiano è: “piuttosto che niente, è meglio piuttosto”

quindi anche se non abbiamo a disposizione una struttura in bioedilizia, possiamo modificare le nostre abitudini verso una via green, che è già qualcosa di molto grande

z6

“quindi Sara, cosa si fa per cambiare le nostre abitudini in questo senso?!?”

produrre meno rifiuti e sprecare meno risorse

 

come sapete, durante un tatuaggio tutto deve essere ricoperto di plastica a causa del rischio sanitario e ormai la totalità dei materiali che utilizziamo sono usa&getta quindi non sarà mai una pratica ad impatto ambientale zero, ma possiamo abbassarne il più possibile l’impatto ^_^

 

[ per utilizzare meno plastica ] 

 

> ho abolito i bicchieri di plastica usa&getta per il caffè e l’acqua a favore di tazzine di ceramica e bicchieri di vetro lavabili e sterilizzabili in lavastoviglie, oppure esistono ormai tante alternative di bicchierini in carta

> ho eliminato i bicchieri di plastica per l’acqua distillata che uso mentre tatuo a favore di bicchieri in carta biodegradabili

> depuro l’acqua del rubinetto anziché comprare l’acqua in bottiglie di plastica

> ho modificato il packaging delle mie GIFT BOX eliminando la plastica e utilizzando imballaggi in carta – possibilmente riciclata – o cotone

> compro l’acqua distillata, che mi serve per tatuare, direttamente dal produttore riempiendo taniche in vetro ed evitando così l’acquisto dei boccioni di plastica pesante in cui viene venduta al supermercato

> utilizzo solo scotch carta a discapito dello scotch trasparente in plastica

> ho optato per una macchinetta del caffè a cialdebiodegradabili e compostabili – a discapito della macchina del caffè a capsule che sono difficilmente riciclabili

> utilizzo tappini porta inchiostro in carta anzichè in plastica

> utilizzo la pellicola alimentare naturale e riciclabile per ricoprire le superficie, anzichè la pellicola in plastica

> utilizzo barriere di superficie a base vegetale e totalmente rinnovabile della EcoTat, come coprigrip, copri spruzzetta, copriclipcord e copri postazione….

sinceramente SCONSIGLIO TOTALMENTE l’acquisto tramite KillerInk: è un fornitore con cui ho avuto continuamente problemi di spedizione ed errori negli ordini, in piu essendo inglese ha prezzi piu alti e una contabilizzazione diversa per cui il commercialista vi farà pagare di piu….

meglio acquistare in italia  ^_^  e…. BodySupply ha iniziato a vendere questi utilissimi prodotti ^_^

un altro produttore di cui attendo con ansia di provare i prodotti è la Green House Tattoo Supply, ma attualmente (inizio 2020) non è ancora possibile acquistare i suoi prodotti…. but STAY TUNED ^_^

 

[ per risparmiare carta ]

 


>
 
ho creato un sistema digitale di acquisizione e archiviazione del consenso informato, così da non doverlo stampare su carta, risparmiando anche spazio fisico in studio per l’archivio

> disegno digitalmente su Ipad pro 12,9″ con l’eccezzionale applicazione ProCreate, il che mi permette di stampare una sola immagine per tatuaggio, l’immagine giusta, già appropriatamente modificata in ogni dettaglio e della giusta dimensione

> nella toilette ho abolito l’utilizzo di carta asciugamani a favore delle lavette, piccoli asciugamani riutilizzabili, lavabili e sterilizzabili in lavatrice

> stampo su carta riciclata, ovviamente ^_^

> il pagacking delle mie GIFT BOX in regalo per i clienti sono tutte create con materiali naturali e riciclati o riciclabili,

>  anche il merchandising che regalo ai clienti è ecosostenibile, quindi scelgo biglietti da visita ecologici o in carta riciclata e adesivi vegani, t-shirt e shopper in cotone ecologico

 

o2

[ inoltre ]


>
anziché utilizzare disinfettanti per l’aria in bomboletta a spray – che favoriscono il buco dell’ozono – purifico l’aria bruciando disinfettanti naturali quali gli incensi dell’albero del palo santo o la salvia bianca

> tutti i prodotti per  l’igiene e la pulizia dei locali li scelgo biologici e a basso impatto ambientale > al supermercato sono quelli con la fogliolina verde e tutto il packaging green ^_^

> i miei tatuaggi sono totalmente vegani e lo sono quindi tutti i materiali che uso durante l’esecuzione del tatuaggio
ciò vuol dire che tutti i materiali sono naturali e impostati su un’etica cruelty free – quindi senza atteggiamenti violenti, senza cattiveria

(che non è pertinente a questo articolo, ma è sempre una bella cosa)

> per il principio di circolarità, mi prodigo in azioni di solidarietà sociale  ovvero reinvestire parte dei miei ricavati o parte del mio tempo in inziative di solidarietà;
ho sempre voluto aiutare gli altri in qualche modo e il punto efficace è sempre quello: è poco, ma non è niente e quindi provo a fare il mio poco

eccolo qui: #TATTOOBENEFIT che cos’è?

 [ nel frattempo ]

 

nella mia vita di tutti i giorni cerco di sfruttare le risorse che naturalmente il mondo ci mette a disposizione e che sono un peso per la natura se non la aiutassimo noi a sfoltirne il peso

ovvero, sono vegana e mangio solo frutta e verdura

coltivo orto e alberi da frutto in maniera naturale, senza pesticidi e senza ormoni
raccolgo erbe di campo, frutti selvatici e funghi, andando a spasso per le colline
cucino in maniera naturale evitando il più possibile i  prodotti artificiali creati in azienda dall’uomo
(e quindi pieni di imballaggi che diventano immediatamente rifiuti)

 

ma queste sono solo le mie idee…
e ce ne potrebbero essere tanti altri milioni, quindi per favore fammi sapere tutto quello che pensi sull’argomento…

 

 

ogni idea può migliorare il mondo
e anche la mia depressione e la vostra eventuale esperienza tra le stanze del mio studio

lo stile di vita eco-friendly non finisce mai, può sempre migliorare ^_^

 

by Lady Sara

#stayrock

e ricordati che se ti è piaciuto l’articolo puoi condividerlo con i tuoi amici sui social cliccando nell’icona qua sotto