TATUAGGI & crema

TATUAGGI & crema:

ecco tutti i VERO e FALSO

 

Tutti e dico TUTTI i tatuatori del mondo ti diranno sempre e comunque che devi mettere la crema sul tatuaggio per farlo guarire

 

poca crema, molto spesso

 

. VERO . 

per curare un tatuaggio bisogna mettere la crema

 

Ma esattamente….. 

perché devo mettere la crema sul tatuaggio?!?

 

Vediamo insieme di capire bene….

 

prima di tutto:

il tatuaggio è una ferita

VERO

lo sapevi? si, lo sapevi

 

ma un tatuaggio non sembra proprio proprio una ferita….

 

in fin dei conti è un bel disegno, 

esteticamente non è come vedere un ginocchio sbucciato sull’asfalto 

 

. VERO . 

spesso quando si tratta di un tatuaggio ci dimentichiamo che è una ferita perché lo vediamo esteticamente bello e diverso dal nostro stereotipo di ferita e ci viene da trattarlo in modo diverso

 

. SBAGLIATO .

il tatuaggio è una ferita e come tale va trattato, 

anzi, con qualche accortezza in più perché è una ferita che deve guarire particolarmente bene ed essere bellissima in seguito ^_^

 

quali sono gli step di guarigione di una ferita?

e quindi, come si cura un tatuaggio?

 

una ferita per guarire tende a creare immediatamente, nel più breve tempo possibile, un muro di difesa esterno per assicurarsi che germi e batteri non entrino nel corpo attraverso la breccia che si è creata e porterà poi avanti la guarigione dal basso, ricreando piano piano tutti i tessuti necessari per poi continuare a rafforzare la pelle fino a farla tornare dello stesso spessore iniziale, forte come prima

 

poi, lo strato superficiale temporaneo che era stato creato come barriera iniziale non sarà più necessario e verrà lasciato andare

 

un tatuaggio per guarire tenderà a fare le croste

 

noi invece, abbiamo l’obbiettivo opposto:

mantenere il tatuaggio al sicuro, ma senza fargli fare la crosta

 

perché la crosta, se profonda, quando se ne andrà potrebbe portar via con se parti di colore e il tatuaggio guarito potrebbe riportare parti mancanti

 

ecco quindi perché tutti i tatuatori ti dicono che devi mettere la crema:

 

mantenere il tatuaggio morbido e idratato impedisce che la zona si secchi e che quindi si creino croste

 

. semplicissimo .

 

ma perché bisogna applicare poca crema?

“se faccio un bello strato spesso di crema, sono sicura che per un bel po’ di ore non si seccherà e posso vivere la mia vita serenamente nel frattempo…”

. FALSO .

 

il tatuaggio deve respirare e avere la possibilità di spurgare scarti di guarigione, 

oppure al suo interno, sotto il mappazzone di crema bianca che hai fatto, potrebbero stanziare rifiuti e marcire…. creando anche piccole infezioni, brufoli, piccole pustole

 

sono tutti modi che il corpo trova per espellere i rifiuti se la prima via di scarico è chiusa 

 

se applichi troppa crema potresti ritrovarti arrossamenti sul tatuaggio, lievi dermatiti, brufoletti…

sono tutte erogazioni classiche del corpo quando si trova un po’ tappato

 

se ti si dovessero manifestare sfogazioni insolite per via dello spurgo del materiale di scarto, potrebbe essere utile farsi consigliare dal farmacista una crema idonea per sfiammare l’irritazione e aiutare la cicatrizzazione 

 

quindi: 

POCA crema per farlo respirare, 

ma MOLTO SPESSO per far si che non si secchi

ma cosa vuole dire molto spesso?

potrebbe voler dire 2-3-4-5 volte al giorno….

 

. DIPENDE . 

dipende dalla crema che stai utilizzando (più o meno nutriente) e dal tipo di pelle che hai (più o meno secca) quindi… non esiste un numero vero ed ufficiale

 

la risposta è: 

dai la crema ogni volta che senti il tatuaggio secco, 

ogni volta che senti la pelle tirare

 

ricordandoti di applicarla con le mani pulite, per non portare nella ferita germi, batteri o sporcizia

 

e la notte? 

come curo il tatuaggio la notte mentre dormo?

“metto un bello strato di crema abbondante così sto tranquillo…..??”

 

.  ASSOLUTAMENTE NO . 

o ti sveglierai con tanti puntini rossi che prudono perché il tatuaggio non ha respirato…

 

la notte in effetti è tutto un po’ più difficile perché passiamo molte ore senza poter idratare il tatuaggio e può anche succedere che passiamo tante ore girati proprio su quel fianco lì!

 

non era mai successo prima di dormire in quella posizione, ma ora ovviamente si

 

e il risultato?

ci svegliamo la mattina con il tatuaggio secchissimo e una crosta infinita o, peggio ancora, ci svegliamo con il tatuaggio che è diventato un tutt’uno con il pigiama

 

tragedia

 

di notte si possono essere vanificare tutte le nostre buone intenzioni del giorno 

 

MA IO HO UN TRUCCHETTO ….

la sera prima di andare a letto (tutte le sere per 7-10 giorni!) devi lavare abbondantemente il tatuaggio, con calma, lentamente e con tanta schiuma ^_^

 

dovrai massaggiare piano piano il tatuaggio sotto l’acqua, con la schiuma, e lentamente sciogliere tutti i grumi di piastrine che si possono essere formati 

 

questa operazione ammorbidisce molto la pelle ed elimina le cellule morte in superficie, quelle più propense a trasformarsi in crosta

 

poi dovrai applicare la crema come al solito, magari UN POCHINO di crema in più del solito, ma sempre in modo che il tatuaggio possa respirare

 

seconda importante affermazione da fare, scontata ma non sempre, è sulla qualità della crema:

una crema di qualità, che abbia un alto indice nutritivo della pelle, mantiene il tatuaggio idratato molto più a lungo di una crema a basso costo o di una crema non creata per la guarigione del tatuaggio

 

quindi si… a volte un tubetto di crema potrebbe costare anche 15-20 euro, è vero… ma penso che sia meglio investirli nella guarigione di un tatuaggio che ti rimarrà per tutta la vita, piuttosto che in una pizza margherita

 

e per quanto tempo devo continuare ad applicare la crema sul tatuaggio?

 

stessa risposta di prima, fino a quando sentirai il tatuaggio secco

fino a quando vedrai pellicine staccarsi

 

il che normalmente vuol dire all’incirca 7-10-15 giorni ma ogni tatuaggio ha i suoi tempi

 

dipende da quanto la pelle è stata invasa durante il tatuaggio

dipende dalle tue facoltà di guarigione

dipende dal tuo tipo di pelle

 

dipende anche dal periodo dell’anno in cui esegui il tatuaggio…. 

le mezze stagioni sono spesso le migliori, 

 

mentre d’estate e d’inverno la pelle è un po’ più secca, ma d’estate il nostro metabolismo è molto più attivo e spesso e volentieri questo aiuta per una guarigione più rapida ^_^

 

quindi si, sfatiamo un altro mito:  

tatuarsi in estate non va bene

. FALSO .

 

tatuarsi in estate ha tanti lati favorevoli, ma uno solo contrario: il sole

 

e se vuoi approfondire il rapporto tra sole e tatuaggio ho scritto questo articolo:

CREMA SOLARE?!? No grazie, nuoce gravemente alla salute ^_^

 

quale crema uso per la cura del tatuaggio?

 

non ce n’è una per forza giusta, ormai ne esistono tante in commercio e tu sicuramente hai le tue preferenze tra vegano e non e più o meno naturale

 

una però è sicuramente sbagliata: la vaselina che si usava negli anni ’90 ….. 

 

la vaselina è un derivato del petrolio, è petrolio sotto forma di crema 

 

e tu… butteresti del petrolio sul tuo ginocchio sbucciato sull’asfalto?! 

penso assolutamente di no

 

quindi, evitiamo la vaselina…. 

 

eviterei anche le creme nate con uno scopo totalmente diverso dal nostro, come la solita tanto usata Bepanthenol, che è nata per proteggere le dolci chiappe di un neonato dalle irritazioni da pannolino… uno scopo decisamente differente dal nostro

 

in commercio ci sono mille altre alternative decisamente più salubri

 

c’è di tutto

 

la mia preferita è ovviamente la DERMALIZE VELVET CREAM, che è molto nutriente e quindi ne basta poca per una grande idratazione, totalmente naturale e vegana è arricchita di oli naturali e vitamina E per proteggere e rinfrescare la pelle, in più è prodotta in Italia, quindi un Km0 che aiuta a supportare la nostra economia nazionale

 

mi piace anche la linea Vegan della BALM TATTOO, un prodotto Spagnolo, e l’Americana HUSTLE BUTTER, un intenso burro con fragranza di cocco, ora disponibile anche con CBD

 

esistono anche tante alternative che non sono nate come creme post tatuaggio ma sono ottime creme nutrienti: burro di karatè, olii vari, creme emollienti naturali, altri burri…

 

la differenza tra una buona crema e una meno è proprio questa: 

il livello nutritivo che si traduce in “quante volte al giorno dovrai dare la crema al tatuaggio”

 

Se spendi qualche euro in più nel tubetto di crema, poi sprecherai meno tempo nella sua applicazione quotidiana ^_^

 

e se nonostante tutto mi viene una infezione sul tatuaggio?

 

ecco, intanto bisognerebbe capire se è veramente una “infezione”

parola questa molto usata per comodità di linguaggio, ma in realtà molto rara nella realtà dei fatti

 

poi bisogna capire che tipo di “infezione” sia:

una crosta profonda che ha creato un buco

del siero verdino o giallino cristallizzato

puntini rossi che prudono

bolle d’acqua come quando ti ustioni con il ferro da stiro …

 

tutto cambia anche in base al “quando” si manifestano problemi: 

subito nei primi giorni? dopo una settimana? dopo un mese? dopo un anno?

 

le possibilità sono tantissime e hanno tutte una origine diversa dall’altra

 

purtroppo non sono un medico e quindi non mi posso esprimere al riguardo quindi l’unica cosa opportuna da fare in questo caso è andare in farmacia ^_^

 

lì c’è un medico che può quindi proferire parola e ci sono anche tante medicine ^_^

 

nella mia esperienza di 16 anni all’interno di questo mestiere, posso dirti che ho visto risolvere tutti i casi di guarigione anomala, con l’applicazione di una crema per qualche giorno accompagnata dalla giusta pulizia e protezione della zona

 

crema che può essere antibiotica e cortisonica o cicatrizzante, in base al sintomo e alla causa

 

ma ripeto, non inventarti soluzioni e non andare nel panico

vai in farmacia, è semplicissimo e a portata di mano ^_^

 

Vorrei finire questo articolo con
due consigli che mi hanno cambiato totalmente la vita:

 

sono due consigli importanti e meritavano un capitolo a parte^_^

 

A presto ragazzuoli,

Have a nice day

lady sara

#stayrock